La nostra carta di clan

CARTA DEL CLAN “STELLA ALPINA”

“Gioiosamente perseverando con semplicità ed umiltà”

 

I Rover del Clan, uniti fra loro dal vincolo della Promessa e della Legge Scout, interpretata come regola di vita, si impegnano a fare del loro meglio per “cercare di lasciare il mondo un pò migliore di come lo si è trovato assumendo come regola di vita la seguente carta.

 

FORMAZIONE SPIRITUALE. Il Rover si impegna con spirito religioso alla ricerca della perfezione tecnica del proprio lavoro sì che ogni attività raggiunga in Cristo il suo fine.

Riconosce la inscindibile feconda dipendenza tra vita di grazia ed attività umana. Si dedica con speciale cura alla espansione della sua vita interiore attraverso i Sacramenti e la Preghiera.

In particolare:

  1. a) cerca e studia nel Clan e individualmente i fondamentali principi della Fede;
  2. b) si impegna a dedicare alcuni minuti alla meditazione giornaliera;
  3. c) rivolge ogni giorno un filiale pensiero alla Nostra Signora degli Scouts;
  4. d) rivede annualmente l’impostazione della propria vita partecipando ad un periodo

di ritiro organizzato dal Clan;

  1. e) studia il Vangelo e legge libri fondamentali per una buona formazione spirituale.

SERVIZIO. Il Rover ritiene il servizio verso il prossimo dovere di carità e mezzo di formazione. In conseguenza:

  1. a) si mette a disposizione dei propri Capi per essere impegnato in una unità Scout quale tirocinio al servizio nella società;
  2. b) conosce ed adempie i propri doveri di cittadino;
  3. c) è convinto che adempiere ai propri doveri di stato significa prestare il proprio servizio

verso il prossimo;

  1. d) si impegna a partecipare ad attività di servizio esterno con il Clan.

RAPPORTI UMANI. Il Rover si impegna ad instaurare con il prossimo un rapporto sincero basato sul reciproco rispetto e sulla disponibilità. In particolare è cosciente che i suoi rapporti con le ragazze sono orientati alla valorizzazione delle specifiche qualità della persona umana nella prospettiva della comune vocazione alla famiglia. Egli si mantiene inoltre sempre pronto a rispondere con lealtà e sincerità alla chiamata personale che Dio gli farà.

CULTURA. Il Rover, al fine di prepararsi degnamente alla vita nella società, cura la propria cultura sia seguendo le iniziative del Clan, sia col proprio studio e lavoro. E’ aperto a tutte quelle idee di azione politica e sociale che si concilino con il Vangelo e con l’ideale della Legge Scout.

ATTIVITA’ TECNICA-FISICA-RICREATIVA. Il Rover mantiene sano e robusto il proprio corpo in modo da poter essere materialmente ed intellettivamente utile agli altri. In particolare:

considera la vita all’aperto, nel significato rover, elemento attivo al fine di una integrale     formazione del carattere traendo altresì considerazione dalla grandezza del creato;

  1. a) sa rinunziare al superfluo;
  2. b) rispetta il bene prezioso della propria integrità fisica, non si espone a rischi immotivati

e non fa uso di sostanze che possano nuocergli;

  1. c) partecipa a quelle attività culturali, artistiche e sportive giovevoli al suo sviluppo personale e ai suoi rapporti con gli altri, curando il rispetto della propria persona e l’osservanza degli artt.  9 e 10 della Legge Scout.

 

I commenti sono chiusi.